PROGETTO WELFARE

Le aziende dell’area produttiva veneta lavorano in sinergia con un unico focus comune: aumentare il livello di benessere dei loro lavoratori e collaboratori.

obiettivi

OBIETTIVI

 

SPERIMENTARE

strategie per individuare soluzioni innovative in grado di rispondere alle esigenze di flessibilità del personale.

PROMUOVERE

reti inter-aziendali condivise e collaborative per semplificare l’accesso ai servizi a sostegno della famiglia.

MIGLIORARE

qualità delle prestazioni, fidelizzando il personale e ottimizzando produttività aziendale.

 
lente2

CAMPI DI INDAGINE

 

SERVIZI ALLA FAMIGLIA

soluzioni logistiche, organizzative e finanziarie a tutela della dimensione familiare, della genitorialità, della disabilità e della cura degli anziani.

CULTURA DELLA CONCILIAZIONE

aumento della consapevolezza aziendale e verifica della conoscenza degli strumenti e delle tecniche di conciliazione dei tempi vita-lavoro.

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

analisi di tempi, processi e luoghi di lavoro per diminuire il livello di stress psico-fisico e aumentare motivazione e soddisfazione dei lavoratori.

 
AZIONI

AZIONI

 

Rilevazione dei fabbisogni e verifica della situazione di partenza di ogni azienda coinvolta nel progetto: individuazione dei servizi già esistenti e delle eventuali criticità; definizione di necessità aziendali attraverso il coinvolgimento integrato della direzione e del personale.
Metodologie:
• colloqui individuali;
• focus group e/o workshop intra ed inter-aziendali;
• questionari per la rilevazione dei fabbisogni.

Individuazione di tipologia di azioni e metodologia da utilizzare nelle possibili aree di intervento.
Area di intervento 1: Benefit e servizi alla famiglia
• supporto a dipendenti con figli minori a carico nell’accesso ai servizi scolastici, assistenziali e di cura;
• tutela dei dipendenti nella cura di anziani e/o familiari con disabilità;
• sostegno ai dipendenti nella gestione organizzativa ed economica della propria quotidianità familiare.
Area di intervento 2: Cultura della conciliazione
• sensibilizzazione attraverso attività di formazione, seminari, tavoli di concertazione, focus group e workshop;
• condivisione di comportamenti sostenibili.
Area di intervento 3: Organizzazione del lavoro
• valutazione di soluzioni d’orario flessibili;
• possibilità di turnazione;
• mobilità;
• permessi e congedi a sostegno dei lavoratori;
• incentivi;
• pianificazione di tempi e strategie di lavoro.

Realizzazione delle azioni previste nel piano di intervento attraverso al definizione di un cronoprogramma delle attività della durata variabile, compresa tra i 12 e i 18 mesi.
 

Valutazione delle azioni implementate: qualitativa; quantitativa; in itinere; finale.
Coinvolgimento di tutti gli attori coinvolti nel progetto.
Metodologie:
• procedure individuali e collettive di valutazione/auto-valutazione
• tavoli di lavoro per il confronto, il monitoraggio delle attività e la condivisione dei feedback
• analisi delle criticità e individuazione delle possibili soluzioni
• questionari/interviste
• analisi dei risultati ottenuti attraverso i canali di comunicazione/promozione online (sito web, blog, socials)
• valutazione del livello di coinvolgimento degli utenti online

 
Individuazione di possibili nuove azioni e/o ambiti di interesse. 

Aziende aderenti

 

logo_stocco_tricolors

logo_vai

logo BBM

laverda

europack

LOGO FINECO

 

 

Documentazione

Presentazione Progetto

Photogallery

27.2.14 Tavolo di Concertazione

Condividi in Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedIn